DESCANTARTE – laboratorio corale e vocale

Obiettivi

Il laboratorio mira a formare una coscienza dello strumento voce individuale ed in relazione al gruppo, oltre che alla condivisione di canti di diversa estrazione sociale, popolare, geografica e linguistica e all´esplorazione delle possibili interazioni tra vocalità tradizionale ed improvvisazione.

Contenuti e metodologie

La tecnica vocale affrontata e proposta vede l´intreccio e l´utilizzo di diverse metodologie con lo scopo di arrivare ad un uso consapevole della vocalità  in cui l´assenza di tensioni sia posturali che psicologiche permetta la massima libertà  di espressione.

Durante gli incontri verranno affrontati i seguenti contenuti:

– Fisiologia e tecnica vocale (conoscenza dello strumento voce dal punto di vista anatomico e funzionale, esercizi di respirazione, fonazione, intonazione)
– Rilassamento, propriopercezione e postura corporea
– Esperienze di interazione (sonora, corporea e linguistica) fra la propria individualità  ed il gruppo
– Esperienze di relazione tra il proprio suono ed il proprio corpo
– Esperienze di liberazione della propria creatività  sonora e corporea

Il repertorio spazierà  tra diverse tradizioni tra cui:

– canti tradizionali veneziani e veneti, e di altre provenienze geografiche sia italiane che estere
– canti di lavoro (mondine, impiraresse, filandine, minatori, pescatori, contadini, pastori……)
– canti di migrazione
– canti di estrazione politica (canti partigiani italiani e stranieri, canti anarchici, canti risorgimentali, canti contro la guerra…)
– Ninne nanne di tutto il mondo

Tutti i canti scelti verranno eseguiti dal coro sia seguendo la prassi tradizionale classica (in accordo con la polifonia corale), sia secondo la tradizione orale insita in alcuni canti, sia con un approccio che tende alla libertà  interpretativa in cui il coro si fa strumento esecutore di direttive estemporanee (conduction) o di improvvisazioni libere.

Destinatari:

Il laboratorio è aperto a chiunque sia interessato ad esplorare la vocalità, l´improvvisazione ed il canto tradizionale.
L´età  minima per partecipare è di sedici anni, con nessun limite superiore d´età.

Laura Copiello

Si avvicina alla musica intorno ai nove anni, studiando privatamente per alcuni anni il pianoforte classico.

Inizia lo studio del canto classico e moderno a quindici anni, entrando a far parte nel contempo del Daigo Choir di Padova, formazione con la quale porta in scena alcuni spettacoli autoprodotti con repertori vari, dal gospel, ai Beatles, al jazz.

A diciotto anni inizia a lavorare come turnista per alcune produzioni house e dance. Nello stesso periodo si iscrive al Corso di Laurea in Tecniche Artistiche e dello Spettacolo, presso l´Università  Ca´  Foscari di Venezia, all´interno del quale frequenta alcuni seminari di canto difonico e di metodo funzionale, affiancando allo studio del canto moderno la partecipazione a seminari (Barry Harris, Rachel Gould) e corsi jazzistici (Centro regionale Veneto Formazione Jazzistica – 2002, Umbria Jazz – 2003).

Dal 2002 al 2004 fa parte della compagnia teatrale Musikdrama di Castelfranco Veneto (TV), con la quale approfondisce lo studio della danza, dizione e recitazione e porta in scena nei teatri veneti il musical Cats.

Dal 2004 al 2007 fa parte della formazione True Voice Gospel Singers di Vicenza, sotto la guida del Maestro Alejandro Saorin Martinez, con cui ha l´opportunità  di approfondire il metodo Voicecraft; continuando nel contempo ad affrontare lo studio del repertorio jazz, dell´improvvisazione e della tecnica vocale classica.

Nel febbraio 2006 si laurea in Tecniche Artistiche e dello Spettacolo ad indirizzo musicologico con votazione 110/110 e lode con discussione sulla tesi: “Demetrio Stratos, una vocalità  riscoperta”.

Dopo aver frequentato il Trienno Jazz presso il Conservatorio di A. Petrolli di Adria e Rovigo, si dedica allo studio della musica popolare con Giuseppina Casarin, entrando a far parte della Compagnia delle Acque, compagnia di musica popolare guidata da Gualtiero Bertelli, e dell´improvvisazione libera collaborando con l´etichetta-collettivo indipendente El Gallo Rojo Records e con altri esponenti della musica improvvisata quali Roberto Dani e Paolo Pax Calzacara.

Svolge attività di insegnamento presso le scuole ad indirizzo jazzistico e moderno Scuola di Musica Unisono (Feltre, Belluno) e la Scuola di Musica Gershwin (Padova), dirige il coro di canti popolari e sociali de Gli Imperfetti e tiene laboratori itineranti di vocalità ed improvvisazione vocale.

Negli ultimi anni ha partecipato, con alcune sue formazioni, ai festival “Voci nell´Aria”, “Vicenza Jazz Festival”, “Abano Jazz Festival”, “Itaca Festival”, “Portello River Festival”, “Vicenza Folk Festival”, oltre ad aver suonato in molti club e teatri del nord Italia tra i quail I Carichi Sospesi (PD), Le Scimmie (MI), Teatro Astra (VI), Ivrea Jazz Club, Torino Jazz Club, Centro Culturale Candiani (VE).
http://lauracopiello.tumblr.com/